ACCESSO RAPIDO

Relazione annuale 2008

Presentazione

Foto del Presidente

Le biblioteche del Politecnico - sia nella loro forma fisica, sia in quella online - sono una risorsa essenziale per l'Ateneo: senza le biblioteche, infatti, le nostre due missioni fondamentali, ricerca e didattica, non potrebbero essere perseguite.

Abbiamo, quindi deciso di farci conoscere meglio, redigendo il primo Annuario del Sistema Bibliotecario. Con questa pubblicazione vogliamo fornire i dati principali relativi al 2008 - ecco perché parliamo di "annuario" - ma anche comunicare meglio che cosa è, che cosa fa e, crucialmente, che cosa offre a studenti, ricercatori e alla cittadinanza l'insieme delle Biblioteche del Politecnico.

Questo sforzo di trasparenza e di comunicazione ha diversi obiettivi, da quello più semplice di aumentare la consapevolezza in merito al contributo - attuale e potenziale - del Sistema (come anche in merito ai vincoli che ne informano l'azione), a quello più ambizioso di coinvolgere la comunità accademica in una riflessione sulle profonde trasformazioni che stanno caratterizzando l'intera catena della produzione, diffusione e utilizzo di contenuti accademici, ovvero pubblicazioni scientifiche, ma anche materiale didattico, lezioni in formato audio-visivo, software e dati.

Internet e il digitale in genere, infatti, stanno modificando sistemi antichi di secoli di comunicare e consumare la scienza, aprendo prospettive di straordinario interesse non solo per aumentare l'efficacia dell'azione scientifica nel suo complesso, ma anche per rafforzare il contributo delle Università alle società che le ospitano e sostengono.

Tali trasformazioni stanno cominciando ad avere un impatto sull'organizzazione di molti atenei, a partire dai più prestigiosi: si consideri, per esempio, la creazione a Harvard del nuovo Office for Scholarly Communication (parte dell'Harvard University Library) e sempre a Harvard, ma di recente anche al MIT, l'adozione di un mandato per la creazione di un deposito aperto e gratuito di tutti gli articoli scientifici prodotti dai ricercatori di quelle università (come peraltro anche richiesto dall'Unione Europea per circa il 20% delle call del Settimo Programma Quadro).

Sono trasformazioni che investono, è vero, innanzitutto il Sistema Bibliotecario - istituzionalmente vocato all'acquisizione, organizzazione e messa a disposizione di contenuti - ma anche tutta la comunità accademica. Sarà, quindi, un percorso che faremo insieme nei mesi e negli anni a venire così da permettere al Politecnico di svolgere un ruolo d'avanguardia e d'eccellenza sia in ambito nazionale, sia in ambito internazionale.

Concludo dicendo che per un gruppo di persone abituate - come da genus loci - a fare più che a comunicare, è stato uno sforzo molto considerevole mettere insieme questa pubblicazione: spero che il risultato sia all'altezza delle vostre esigenze e aspettative. Vostri eventuali commenti, richieste o segnalazioni - da inviare per posta elettronica, o da postare sulla pagina Facebook del Sistema Bibliotecario - saranno molto graditi per fare meglio il prossimo anno.

Buona lettura e buon lavoro, vi aspettiamo in biblioteca.

Juan Carlos De Martin
Presidente del Sistema Bibliotecario