• ITA
  • |
  • ENG
  • Accedi all'Intranet
Dove sei:
Home > Biblioteca digitale > Openaccess > Il copyright
AREA BIBLIOTECARIA
E MUSEALE
BIBLIOTECA DIGITALE
SERVIZI ALL'UTENZA
SERVIZI AI BIBLIOTECARI
BIBLIOTECHE
   CATALOGHI       
  CERCA SUL CATALOGO
  
PORTO


Contatti
Juan Carlos De Martin
Nicoletta Fiorio Plà
Maria Girard
Monica Margara
Referenti Open Access
di Dipartimento

Per informazioni scrivere a:
    copyright@polito.it

OPEN ACCESS
OPEN ACCESS  Dichiarazioni |  Modello economico |  Vantaggi |  Fund raising |  Azioni politiche |  Progetti e pubblicazioni |  Convegni e seminari |  Link utili |
PER GLI AUTORI  Caricamento allegati |  Copyright |  Policy Editori |
IL COPYRIGHT

La politica delle licenze

La diffusione degli archivi istituzionali e dell'editoria OA ha indotto la maggior parte degli editori commerciali a elaborare politiche che consentano il deposito degli articoli su piattaforme ad accesso aperto.

Sul sito SHERPA/RoMEO è riportato lo schema delle licenze in materia di archiviazione su depositi istituzionali.

In base alle politiche adottate, gli editori sono classificati in:

  • Verdi - consentono l'archiviazione di pre print e post print
  • Blu - consentono l'archiviazione del post print
  • Gialle - consentono l'archiviazione del pre print
  • Bianche - non consentono alcuna archiviazione


Esempio di scheda su RoMEO:

I diritti dell'autore

Per garantirsi i diritti d'uso delle pubblicazioni, fra cui quello di deposito presso un archivio istituzionale, è buona prassi che l'autore all'atto della firma del contratto di pubblicazione, richieda di inserire una clausola in merito. Tale clausola viene denominata Addendum.
Schemi già preimpostati di addendum sono stati elaborati da
Science Commons e prevedono il mantenimento dei diritti di riproduzione, di disseminazione e comunicazione, di riuso e utilizzo a fine didattico e di ricera dell'opera.
Molte istituzioni, per venire incontro alle esigenze dei membri della propria comunità accademica, hanno elaborato modelli di licenze ad hoc (Licence to publish) a cui gli autori dell'ateneo possono fare riferimento.


Creative Commons

Le licenze Creative Commons (CC) permettono all'autore di definire i diritti che l'autore si riserva nei confronti dei fruitori del documento, secondo il modello "alcuni diritti riservati".
Nel mondo della comunicazione digitale in cui interventi in convegni, testi di corsi, scritti non editi vengono diffusi e condivisi in tempo reale sul web, le licenze CC consentono all'autore di definire le modalità di fruizione, l'ambito e il suo utilizzo.

Selili Servizio Licenze Libere è il nuovo sportello online che il Politecnico di Torino ha creato per rispondere a tutte le informazioni relative alla pubblicazione con licenze CC.


Licenza Creative Commons
Quest' opera è pubblicata sotto Licenza Creative Commons

© Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
P.IVA/C.F.:00518460019